Bono:’ Vorrei suonare le nuove canzoni in un live acustico…’

u2wide2014

Bono è intervenuto telefonicamente nella giornata di ieri durante il programma di ‘Kevin and Bean’ della radio KRRQ.
Bono ha iniziato la conversazione parlando del nuovo lavoro e sopratutto sul nuovo singolo ‘The Miracle of Joey Ramone’.
il rocker irlandese ha dichiarato che ha ricevuto moltissime critiche positive sul brano e in particolare i ringraziamenti di Micky Ramone (fratello di Joey), successivamente ha parlato a 7 giorni dall’uscita di ‘Songs of Innoncence’ trovando qualche connessione con ‘The Joshua Tree’ basato sulla volontà della band di creare un nuovo percorso musicale come fatto nel 1987 ma questa volta incentrato ad un ritorno al punk rock.
il leader degli U2 ha lodato il lavoro di Danger Mouse e in particolare lo strano rapporto tra lo stesso produttore e il batterista della band Larry Mullen.
Ma sopratutto Bono ha parlato di come la band irlandese vuol proporre il nuovo lavoro dal vivo, ‘queste canzoni fanno parte di un album dai connotati personali, tali canzoni sono create per essere suonate dal vivo in acustico..un piano…una chitarra acustica, le immagino di eseguirle dal vivo in un pub, un luogo intimo’.

Vi riportiamo il link diretto dove potete ascoltare il file audio completo dell’intervento di Bono ——> Link intervista Bono radio KQQR

La band irlandese sulla rivista Time:’ Un nuovo inizio per gli U2!’

time

La rivista americana Time nel prossimo numero del 29 settembre avrà in copertina gli U2, la band irlandese è al centro del nuovo numero della rivista con un articolo incentrato sulle ultime scelte discografiche e commerciali della band.
Il fulcro iniziale dell’articolo è rappresentato dagli ultimi sviluppi in merito alla collaborazione della band irlandese insieme alla Apple, il perchè della scelta del lancio gratuito dell’album a seguito del pagamento dell’azienda di Cupertino di circa 100 milioni di dollari per avere questa esclusiva assoluta.
Nell’edizione online del magazine è presente un video girato in queste settimane a Malibu in California durante la lavorazione dell’album ‘Songs of Innocence’, dove specialmente Bono e The Edge confermano la loro volontà di aver raggiunto una nuova tipologia di commercializzazione musicale.
‘Volevamo lanciare l’album gratuitamente in modo che il nuovo lavoro raggiunga più gente possibile’ ha affermato Bono confermando ancora una volta la partnership con Apple e specialmente nella persona di Tim Cook, visto che tale progetto rappresenta solo l’inizio di un’evoluzione multimediale che vedrà la nascita di un nuovo formato di comercializzazione musicale che avverrà nei prossimi mesi ed in particolare con il nuovo album della band, facente parte del progetto ‘Songs of Experience’ (Vedi News).
Sempre il sito del Time ha pubblicato una curiosa domanda a Bono, The Edge e Larry Mullen, chiedendo loro quale fosse il primo l’evento che lo ha segnato.
Risposte diverse da parte dei membri, Bono ha detto che il primo evento che ricorda è il primo uomo sulla luna con Neil Armstrong, mentre The Edge ha parlato della rottura dei Beatles, mentre Larry Mullen ha parlato dei tempi di ‘Graceland’ tra gli anni 60-70 ed in particolare nella persona di Elvis Presley.

Vi proponiamo i video pubblicati dalla rivista Time:

time

(fonte: time.com)

La Dublino di Bono: “Molto lontano da dove vivo”

u2

La traduzione integrale dell’intervista a Bono e Edge pubblicata sul “The Irish Times”:

La Dublino di Bono: “Molto lontano da dove vivo”

Bono si sporge verso il mio volto tanto che i nostri nasi quasi si toccano e canta, senza accompagnamento: “Life begins with the first glance, the first kiss at the first dance, all of us are wondering why we’re here, in the Crystal Ballroom underneath the chandelier… We are the ghosts of love and we haunt this place, in the ballroom of crystal lights, everyone is here with me tonight, everyone but you.” (“La vita inizia con il primo sguardo, il primo bacio al primo ballo, tutti ci chiediamo il motivo per cui siamo qui, nella Crystal Ballroom sotto il lampadario… Siamo i fantasmi dell’amore e infestiamo questo luogo, nella sala da ballo delle luci di cristallo, tutti sono qui con me stasera, tutti tranne te.”). E’ cantata in stile sean-nós (uno stile di origine gaelica, ndr).

crystal ballroom

“Devo dirti qualcosa di veramente strano a proposito di questa canzone,” continua. “Si chiama The Crystal Ballroom, che era il nome di McGonagles in South Anne Street (ora abbattuto). Un’intera generazione di dublinesi è andata al Crystal Ballroom per ballare e molte coppie si sono incontrate lì. Mia madre e mio padre erano soliti ballare insieme al Crystal Ballroom e così la canzone che ti ho appena cantato, che non è stata ancora pubblicata, mi immagina sul palco di McGonagles con la mia nuova band che si chiama U2 (e agli inizi molti nostri concerti importanti si sono tenuti lì). Guardo verso il pubblico e vedo i miei genitori che ballano romanticamente mentre gli U2 sono sul palco.”  Bono prende un respiro profondo e, parlando lentamente, aggiunge: “Ho appena realizzato che mia madre è morta 40 anni fa ieri, e oggi siamo qui a suonare il nostro nuovo album su Dublino, che parla della mia famiglia e di cosa mi è successo da teenager. Mia madre morì mentre era al funerale di suo padre. Ebbe un aneurisma cerebrale. Avevo solo 14 anni. Ed in questo brano canto Everyone is here tonight, everyone but you (Tutti sono qui stanotte, tutti tranne te). Per me è il sogno di vedere mia madre ballare ancora una volta al Crystal Ballroom e per lei di vedere cosa è successo a suo figlio.”

iris

Tutto su mia madre
Siamo in una stanza senza finestre della sede centrale della Apple nella Silicon Valley, nella città californiana di Cupertino. Gli U2 hanno appena contribuito a lanciare una gamma di prodotti Apple ed è stato annunciato che il loro nuovo album, Songs of Innocence, è stato offerto agli utenti di Itunes. Anche The Edge è qui. Cerca sul suo telefono, trova The Crystall Ballroom e preme play. C’è silenzio nella stanza durante la riproduzione del pezzo. Dopo una lunga pausa un Bono chiaramente scosso mormora: “Il suo spirito era con noi oggi.” Questo nuovo album degli U2 può essere considerato come il “Tutto su mia madre” di Bono. La canzone Iris (Hold me close) - Iris è il nome della madre – lo vede cantare a proposito della sua morte prematura. “The ache in my heart is so much a part of who I am… Hold me close and don’t let me go… I’ve got your life inside of me… We’re meeting up again” (“Il dolore nel mio cuore è una gran parte della mia essenza… stringimi forte e non lasciarmi andare… Ho la tua vita dentro me… Ci stiamo incontrando di nuovo”). Stando in piedi e camminando per la stanza, sottolinea un verso della canzone: “Canto questo verso che dice “Iris standing in the hall, she tells me I can do it all” (Iris in piedi nella sala, mi dice che posso farcela) e poi c’è una frase tipica di una madre quando mi dice “mi farai morire”. Ma non ero io, non fui io a farla morire. Non fui io a farla morire. La madre è così importante nella musica rock. Mostratemi un grande cantante e vi mostrerò qualcuno che ha perso sua madre in tenera età: Paul McCartney, John Lennon. Pensate a Bob Geldof e a cosa successe a sua madre. Nell’hip hop, di contro, gira tutto intorno al padre – sull’essere abbandonati dal padre e cresciuti da una madre single. Ma per me gira tutto intorno a mia madre. Provavo rabbia e dolore per mia madre. Continuo a provare rabbia e dolore per mia madre. Cominciai ad incanalare queste emozioni nella musica e lo faccio ancora oggi. Ho davvero pochi ricordi di mia madre, ma sono tutti quanti nella canzone Iris.”
La madre di Bono l’ha visto cantare su un palco solo una volta, prima della nascita degli U2, ma Bono ha detto che se potesse rivivere un solo momento della sua vita, vorrebbe tornare indietro e cantare davanti a sua madre per la prima volta. A quattordici anni Bono – o più semplicemente Paul Hewson – aveva un difficile rapporto con suo fratello Norman (più grande di otto anni) e con suo padre, mentre cresceva in Cedarwood Road, a Glasnevin nella parte nord di Dublino, dopo la morte della madre. Senza più la madre, Bono si ritrovò a bussare alle porte dei vicini: i Rowen a pranzo, gli Hanveys all’ora del tè. Derek Rowen sarebbe poi diventato l’artista Guggi. Fionán Hanvey sarebbe diventato il musicista Gavin Friday dei Virgin Prunes. Nella nuova canzone Cedarwood Road Bono parla del ciliegio in fiore nel giardino dei Rowen. “I was looking for a soul that’s real then I ran into you and that cherry blossom tree was a gateway to the sun” (“Stavo cercando un’anima che fosse vera poi ti ho incontrata e quel ciliegio in fiore fu una porta verso il sole”). Nella periferia di Dublino negli anni ’70, dice Bono, il ciliegio in fiore “sembrava essere la cosa più lussuosa.” Poi The Edge interviene, spiegando nel dettaglio la politica del consiglio comunale di Dublino sui ciliegi in fiore. Non posso immaginare come sappia certe cose.

cabra grand

Finglas, Cabra, the SFX
Songs of innocence vede il tentativo degli U2 di riavvicinarsi all’energia giovanile della Dublino di fine anni ’70 e alla sua scena new-wave, incentrata su McGonagles, il Dandelion Market o sulle visite occasionali al SFX o al Top Hat, in Dùn Laoghaire. “Cercavamo di immaginare perché volevamo essere in una band all’inizio, i rapporti con le persone che avevano a che fare con la band ed i nostri primi viaggi – geograficamente, spiritualmente e sessualmente. E’ stata dura e ci abbiamo messo degli anni. Mettila in questo modo: un sacco di me*da è stata ritirata su.”  dice Bono. Con canzoni che parlano di Finglas, del concerto dei Ramones al Cabra Grand e del bus preso a College Green per andare a vedere i Clash che suonavano al Trinity College, questo album sembra lontano decenni dal disco precedente. Ed in un certo senso è così.
Quando Bono parlò al The Irish Times a proposito dell’uscita di No line on the horizon, nel 2009, portò il reporter nello studio della sua casa a Dalkey, aprì una finestra e gli mostrò la sua vista del mare irlandese, una visuale nella quale non era visibile alcuna linea all’orizzonte – almeno quel giorno. La recessione irlandese stava ulteriormente peggiorando ed una rockstar multimilionaria stava assegnando il nome ad un album pensando alla sontuosa vista di cui godeva ogni giorno. Ma l’immagine che è arrivata questa settimana dalla festa di lancio di Cupertino è stata molto diversa: un vinile con copertina cartacea che richiama l’aspetto della prima uscita della band, nel 1979, l’EP U2 Three.

talbot street

I bombardamenti di Dublino
Nel 2009 Bono mi aveva mostrato l’opera d’arte che Frank Sinatra gli aveva regalato; oggi parla di Superquinn a Finglas (il primo posto in cui gli chiesero un autografo, dopo la prima apparizione al Late Late Show), delle prime date degli U2 come gruppo di supporto ai The Stranglers al Top Hat (“Ci trattavano come me*de e così rubammo tutto il loro vino e giurammo che quando sarebbe stato il nostro turno, avremmo trattato tutti con rispetto”) e dell’autobus che prendevano per Marlborough Street per curiosare al negozio “Golden Disc”. Questa esperienza riaffiora nella nuova canzone Raised by Wolves, una specie di Sunday Bloody Sunday relativa ai bombardamenti di Dublino del 1974. “Le bombe erano preparate per esplodere tutte nello stesso momento, alle 5:30 di un venerdì pomeriggio,” Continua. “A quei tempi, in un venerdì del 1974, sarei dovuto essere al negozio Golden Disc in Marlborough Street, proprio dietro l’angolo rispetto a dove esplosero le bombe. Ma quel giorno ero andato a scuola in bicicletta e così dopo non avevo preso il bus in città come di solito.”
Ma questo non è un album nostalgico. Bono ricorda la violenza e le continue botte ricevute dai membri degli U2 e dai loro amici nei Virgin Prunes. “Qui non sto in realtà parlando dei Black Catholics (una gang che in quegli anni prese di mira i membri della band, ndr), quanto piuttosto del fatto che scatenavamo la loro violenza per via del nostro aspetto e delle bande che ci piacevano” aggiunge. “Gavin Friday era solito ricevere regolarmente calci in testa. Ma alla fine Gavin ha sempre avuto una grossa testa vuota. Poi sono andato un po’ oltre e ho ricordato tutta la violenza riservata alle donne dai loro mariti, le botte ricevute dai bambini dai loro genitori e del fatto che, in particolare in quel periodo, i preti abusassero sessualmente dei bambini.”
E poi c’era anche il disgusto per le proprie capacità musicali. Quando Bono aveva 17 o 18 anni, non credeva di avere alcuna speranza di stare in una band. “Questo perché cantavo come una ragazza. Non ce l’avrei mai fatta come cantante punk o rock con la mia voce da ragazza” dice. “Ma trovai la mia voce grazie a quella di Joey Ramone, ascoltando come cantava al concerto di Dublino. Anche Joey aveva una specie di voce da ragazza quando cantava – e quello fu il mio inizio.” In precedenza quella mattina, al lancio della Apple, avevano suonato la nuova canzone The Miracle (of Joey Ramone), che aveva trasportato i capi del settore tecnologico, che lo conoscessero o meno, al Cabra Grand.

cedarwood road

Vorrei fossimo una band migliore
Il disgusto di sé è ancora lì. “La sincera verità è che vorrei fossimo una band migliore. Vorrei fossimo una band con più talento. Questa è la ragione per cui questo nuovo album non è uscito prima.” dice Bono.
The Edge puntualizza. “Come band siamo sempre stati o potenza o rumore. Ma ora gli U2 hanno così tante zone grigie. Non si tratta più di potenza, che è buono, o rumore, che è male… Devi capire quando non sta accadendo con noi e la cosa più massacrante è quando ti manca poco per farcela.”
“Si tratta anche dello straziante senso di umiltà a cui devo andare incontro in questi giorni.” dice Bono. “Il fatto è che non penso di essere capace di fare grandi cose. E Jimmy Iovine, ex produttore degli U2, mi ha detto qualcosa di pesante. Ha detto “Sei molto distante da dove vivi.” E questo fa male. Vivo a Dalkey, ma sono di Cedarwood Road e so quello che intendeva quando ha detto quella cosa. E’ stato molto imbarazzante per me sentire una cosa del genere. Ed è proprio per questo che l’album parla di Dublino.”

Album, soldi e tour: Bono spiega…
Il secondo album. Bono dice che un disco gemello di Songs of Innocence, dal nome Songs of Experience, verrà presto pubblicato. “Prossimamente collaboreremo con Apple a proposito di alcune cose particolari, e Songs of Experience dovrebbe essere pronto abbastanza presto. So di averlo già detto prima.”
Il bilancio finale. Contrariamente a quanto detto in giro circa il fatto che gli U2 avessero dato Songs of Innocence alla Apple gratuitamente, Bono conferma che la band ha invece ricevuto un pagamento per questo accordo. “Siamo stati pagati” dice “non credo nella musica gratuita. La musica è sacra.”
Il tour. “Non abbiamo una data stabilita per il prossimo tour degli U2, ma sarà il prossimo anno” dice Bono. “Abbiamo bisogno di buone idee per tornare dal vivo. Aspettatevi qualcosa di nuovo, qualcosa di fresco.”

(intervista di Brian Boyd, traduzione di Dominus)

I testi e le traduzioni dei brani di “Songs of Innocence”

Songs Of Innocence 3

Ecco i testi del nuovo album degli U2 Songs of Innocence
Per le traduzioni seguire questo link: U2/AncheTu/

“The Miracle (Of Joey Ramone)”

I was chasing down the days for fear
Chasing down a dream before it disappeared
I was aching to be somewhere near
Your voice was all I heard]

I was shaking from a storm in me
Haunted by the spectres that we had to see
Yeah, I wanted to be the melody
Above the noise, above the hurt

I was young, not dumb
Just wishing to be blinded
By you, brand new
And we were pilgrims on our way

I woke up at the moment
When the miracle occurred
Heard a song that made some sense
Out of the world
Everything I ever lost
Now has been returned
In the most beautiful sound I’d ever heard

We got language so we can’t communicate
Religion so I can love and hate
Music so I can exaggerate my pain
And give it a name

I was young, not dumb
Just wishing to be blinded
By you, brand new
And we were pilgrims on our way

I woke up at the moment
When the miracle occurred
Heard a song that made some sense
Out of the world
Everything I ever lost
Now has been returned
In the most beautiful sound I’d ever heard

We can hear you, hear you
We can year you
We can hear you, hear you

I woke up at the moment
When the miracle occurred
I get so many things I don’t deserve
Everything I ever lost
All the stolen voices
Will someday be returned
The most beautiful sound I’d ever heard

Your voices will be heard
Your voices will be heard

“Every Breaking Wave”

Every breaking wave on the shore
Tells the next one there’ll be one more
And every gambler knows that to lose
Is what you’re really there for

Summer I was fearless
Now I speak into an answer phone
Like every silent leave on the breeze
Winter wouldn’t leave it alone
Alone

If you go
If you go your way and I go mine
Are we so
Are we so helpless against the tide
Baby, every dog on the street
Knows that we’re in love with defeat
Are we ready to be swept off our feet
And stop chasing every breaking wave

Every sailor knows that the sea
Is a friend made enemy
And every shipwrecked soul knows what it is
To live without intimacy

I thought I heard the captain’s voice
It’s hard to listen while you preach
Like every broken wave on the shore
This was as far as I can reach

If you go
If you go your way and I go mine
Are we so
Are we so helpless against the tide
Baby, every dog on the street
Knows that we’re in love with defeat
Are we ready to be swept off our feet
And stop chasing every breaking wave

The waves know where are the rocks
And drowning is no sin
You know where my heart is
The same place that yours has been
And we know the fear to win
And so we end before we begin
Before we begin

If you go
If you go your way and I go mine
Are we so
Are we so helpless against the tide
Baby, every dog on the street
Knows that we’re in love with defeat
Are we ready to be swept off our feet
And stop chasing every breaking wave

“California (There Is No End To Love)”

Barbara, Santa Barbara
Barbara, Santa Barbara
Barbara, Santa Barbara
Barbara, Santa Barbara
Barbara, Santa Barbara
Barbara, Santa Barbara
Barbara, Santa Barbara
Barbara, Santa Barbara
Barbara, Santa Barbara
Barbara, Santa Barbara

California
Then we fell into the shining sea
Well, that’s what took me
Where I need to be
Which is here, out on Zuma
Watching you cry like a baby
California, at the dawn
You thought would never come
But it did like it always does

All I know
And all I need to know
Is there is no end to love

I didn’t call you
Words can scare a thought away
Everyone’s a star in our town
It’s just your light gets dimmer
If you have to stay
In your bedroom, in a mirror
Watching yourself cry like a baby
California, blood orange sunset
Brings you to your knees
I’ve seen for myself
There’s no end to grief
That’s how I know

That’s how I know
And why I need to know
That there is no
Yeah, there is no end to love
All I know and all I need to know
Is there is no
Yeah, there is no end to love

Barbara, Barbara
There is no end to love

All I know and all I need to know
Is there is no
Yeah, there is no end to love
We come and go
But stolen days you don’t give back
Stolen days are just enough

“Song For Someone”

You got a face not spoiled by beauty
I have some scars from where I’ve been
You’ve got eyes that can see right through me
You’re not afraid of anything you’ve seen
I was told that I would feel nothing the first time
I don’t know how these cuts heal
But in you I found a rhyme

If there is a light
You can’t always see
And there is a world
We can’t always be
If there is a dark
That we shouldn’t doubt
And there is a light
Don’t let it go out

And this is a song
A song for someone
This is a song
A song for someone

You let me into a conversation
A conversation only we could make
You break and enter my imagination
Whatever’s in there
It’s yours to take
I was told I’d feel nothing the first time
You were slow to heal
But this could be the night

If there is a light
You can’t always see
And there is a world
We can’t always be
If there is a dark
Within and without
And there is a light
Don’t let it go out

And this is a song
A song for someone
This is a song
A song for someone

Yeah, yeah, yeah, yeah
Yeah, yeah, yeah, yeah

And I’m a long way
From your hill of Cavalry
And I’m a long way
From where I was and where I need to be
If there is a light
You can’t always see
There is a world
We can’t always be
If there is a kiss
I stole from your mouth
And there is a light
Don’t let it go out

“Iris (Hold Me Close)”

The star that gives us light
Has been gone a while
But it’s not an illusion
The ache in my heart
Is so much a part of who I am

Something in your eyes
Took a thousand years to get here
Something in your eyes
Took a thousand years, a thousand years

Hold me close
Hold me close and don’t let me go
Hold me close
Like I’m someone that you might know
Hold me close
The darkness just lets us see
Who we are
I’ve got your life inside of me

Iris, Iris

Once we are born
We begin to forget
The very reason we came
But you I’m sure I’ve met
Long before the night
The start went out
We’re meeting up again

Hold me close
Hold me close and don’t let me go
Hold me close
Like I’m someone that you might know
Hold me close
The darkness just lets us see
Who we are
I’ve got your life inside of me

Iris, Iris

The start are bright
But do they know
The universe is beautiful but cold
You took me by the hand
I thought that I was leading you
But it was you made me your man
Machine, I dream where you are
Iris standing in the hall
She tells me I can do it all
Iris wakes to my nightmare
Don’t fear the world
It isn’t there

Iris playing on the strand
She buries the boy beneath the sand
Iris says that I will be the death of her
It was not me

Iris, Iris
She said free yourself to be yourself
If only you could see yourself
Free yourself to be yourself
If only you could see

“Volcano”

The world is spinning fast tonight
You can hurt yourself tryin’ to hold on
To what you used to be
I’m so glad the past is gone

Been out in the wild
Been out in the night
Been out of your mind
Do you live here or is this a vacation

Volcano
You don’t wanna, you don’t wanna know
Volcano
Something in you wants to blow
Volcano
You don’t wanna, you don’t wanna know

Your eyes were like landing lights
They used to be the clearest blue
Now you don’t see so well
The future’s gonna land on you

Been out in the wild
Been out in the night
Been out of your mind
Do you live here or is this a vacation

Volcano
You don’t wanna, you don’t wanna know
Volcano
Something in you wants to blow
Volcano
You don’t wanna, you don’t wanna know
You’re on a piece of ground above a volcano

You were alone
And now you’re not alone
You were alone
But you are rock n’ roll
You and I are rock n’ roll
But you are rock n’ roll
You and I are rock n’ roll

Oh, volcano
You don’t wanna, you don’t wanna know
Volcano
Something in you wants to blow
Volcano
You don’t wanna, you don’t wanna know
You’re on a piece of ground above a volcano

“Raised By Wolves”

Face down on a broken street
There’s a man in the corner
In a pool of misery
I’m in white van
As a red sea covers the ground

Metal crash
I can’t tell what it is
But I take a look
And now I’m sorry I did
5:30 on a Friday night
33 good people cut down

I don’t believe anymore
I don’t believe anymore

Face down on a pillow of shame
There are some girls with a needle
Tryin’ to spell my name
My body’s not a canvas
My body’s now a toilet wall

I don’t believe anymore
I don’t believe anymore

Raised by wolves
Stronger than fear
Raised by wolves
We were raised by wolves
Raised by wolves
Stronger than fear
If I open my eyes
You disappear

Running wild
Running wild

Running wild
Boy sees his father
Crushed under the weight
Of a cross in a passion
Where the passion is hate
Running wild
Blue mink Ford
I’m gonna detonate in your den
Running wild
Blood in the house
Blood in the street
The worst things in the world
Are justified by belief
Running wild
Registration 1385-WZ

Running wild
I don’t believe anymore
Running wild
I don’t believe anymore

Raised by wolves
Stronger than fear
Raised by wolves
We were raised by wolves
Raised by wolves
Stronger than fear
If I open my eyes
You disappear

Running wild
Running wild
Running wild
Running wild
Running wild

“Cedarwood Road”

I was running down the road
The fear was all I knew
I was looking for a soul that’s real
Then I ran into you
And that cherry blossom tree
Was a gateway to the sun
And friendship, once it’s won
It’s won, it’s one

Northside
Just across the river to the Southside
That’s a long way here

All the green and all the gold
The hurt you hide
The joy you hold
The foolish pride
That gets you out the door
Up on Cedarwood Road
On Cedarwood Road

Sleepwalking down the road
Not waking from these dreams
‘Cause it’s never dead
It’s still my dead
It was a warzone in my teens
I’m still standing on that street
Still need an enemy
The worst ones I can’t see
You can, you can

Northside
Just across the river to the Southside
That’s a long way here

All the green and all the gold
The hurt you hide
And the joy you hold
The foolish pride
That sends you back for more
Up on Cedarwood Road
On Cedarwood Road

If the door is open it isn’t theft
You can’t return to where you’ve never left
Blossoms falling from a tree
They cover you and cover me
Symbols clashing, bibles smashing
Paint the world you need to see
Sometimes fear is the only place
That we can call our home
Cedarwood Road

And a heart that is broken
Is a heart that is open
Open, open

“Sleep Like A Baby Tonight”

Morning, your toast
Your tea and sugar
Read about the politician’s lover
Go through the day
Like a knife through butter
Why don’t you
You dress in the colours of forgiveness
Your eyes as red as Christmas
Purple robes are folded on the kitchen chair

You’re gonna sleep like a baby tonight
In your dreams everything is alright
Tomorrow dawns like someone else’s suicide
You’re gonna sleep like a baby tonight

Dreams
It’s a dirty business, dreaming
Where there is silence and not screaming
Where there’s no daylight
There’s no healing, no no

You’re gonna sleep like a baby tonight
In your dreams everything is alright
Tomorrow dawns like a suicide
But you’re gonna sleep like a baby tonight

Hope is where the door is
When the church is where the war is
Where no one can feel no one else’s pain

You’re gonna sleep like a baby tonight
In your dreams everything is alright
Tomorrow dawns like a suicide
But you’re gonna sleep like a baby tonight
Sleep like a baby tonight
Like a bird, your dreams take flight
Like St. Francis covered in light
You’re gonna sleep like a baby tonight

“This Is Where You Can Reach Me Now”

Soldier, soldier
We signed our lives away
Complete surrender
The only weapon we know
Soldier soldier
We knew the world would never be the same
Solider, this is where you can reach me now

We come from an ancient place
Beyond what we can see
We’ve come to colonise your night
And steal your poetry

Old man knows that I never listen
So how could I have something to say
Old man knows how to cheat ambition
You don’t lose if you don’t play

1 2 3 4 was enough

Soldier, soldier
We signed our lives away
Complete surrender
The only weapon we know
Soldier soldier
We knew the world would never be the same
Solider, this is where you can reach me now

In a double decker bus
Into College Square
If you won’t let us in your world
Your wold just isn’t there
If you won’t let us in your world
Your world just isn’t there

Old man says that we never listen
We shout about what we don’t know
We’re taking the path of most resistance
The only way for us to go

Hup 2 3 4 was enough

Soldier, soldier
We signed our lives away
Complete surrender
The only weapon we know
Soldier soldier
We knew the world would never be the same
Solider, this is where you can reach me now

This is the site
This is the season
This is where you can reach me now
This is the time
This is the number
This is where you can reach me now

“The Troubles”

Somebody stepped inside your soul
Somebody stepped inside your soul
Little by little they robbed and stole
Till someone else was in control

You think it’s easier
To put your finger on the trouble
When the trouble is you
And you think it’s easier
To know your own tricks
Well, it’s the hardest thing you’ll ever do

I have a will for survival
So you can hurt me
And then hurt me some more
I can live with denial
But you’re not my troubles anymore

Somebody stepped inside your soul
Somebody stepped inside your soul
Little by little they robbed and stole
Till someone else was in control

Somebody stepped inside your soul
Somebody stepped inside your soul
Little by little they robbed and stole
Till someone else was in control

You think it’s easier
To give up on the trouble
If the trouble is destroying you
You think it’s easier
But before you throw me a rope
It was the one thing I could hold on to

I have a will for survival
So you can hurt me
And then hurt me some more
I can live with denial
But you’re not my troubles anymore

Somebody stepped inside your soul
Somebody stepped inside your soul
Little by little they robbed and stole
Till someone else was in control

Somebody stepped inside your soul
Somebody stepped inside your soul
Little by little they robbed and stole
Till someone else was in control

Got knows it’s not easy
Taking on the shape of someone else’s pain
Got now you can see me
I’m naked and I’m not afraid
My body’s sacred and I’m not ashamed

Somebody stepped inside your soul
Somebody stepped inside your soul
Little by little they robbed and stole
Till someone else was in control

Somebody stepped inside your soul
Somebody stepped inside your soul
Little by little they robbed and stole
Till someone else was in control

Thanks to atu2.com

Bono: ‘Songs of Innocence è solo il punto di partenza di ‘Songs of Experience…’

bono2

Nella serata di ieri il sito ufficiale U2.Com ha pubblicato una lettera di Bono che spiega i motivi della scelta di lanciare il nuovo album della band irlandese gratuitamente su Itunes.
Il manoscritto verte su alcuni punti base: il lancio gratuito è spiegato dalla volontà di raggiungere più persone possibile e festeggiare il sodalizio con l’azienda di Cupertino dopo 10 anni dal primo spot insieme ad Apple in occasione dell’uscita del U2 Ipod.
Ma vi sono due fattori rimarcati nella lettera, il primo conferma tale sodalizio e lo rilancia con un attività che verterà su un nuovo modo di commercializzazione musicale, ma il secondo punto è quello che farà felici i fan degli U2.
Bono ha infatti confermato che il nuovo lavoro ‘Songs of Innocence’ rappresenta un punto di partenza di un progetto musicale molto più grande che in questi anni è stato più volte accennato, ‘Songs of Experience’
Rappresenterà il nuovo progetto musicale della band che ha visto la luce ieri ma che continuerà nei prossimi mesi e comporterà l’uscita di nuovo materiale discografico della band, un progetto che conferma il lavoro su più campi musicali compiuti dalla band in questi anni.

Vi riportiamo la traduzione completa della lettera di Bono pubblicata da U2.Com:

“‘Vi ricordate di noi?’ Una lettera da parte di Bono, sull’arrivo del nostro nuovo bebè: ‘ – Songs of Innocence.

‘Hello, bonjour, ciao, hola, hallo, zdravo, dobar dan, Dia duit, hæ, hej,hei, cześć, olá, ćao, namaste, sawatdee, jambo, pozdravi, Γεια σου, привіт, שלום, مرحبا, こんにちは, , سلام, 你好, Привет…. Vi ricordate di noi? Sono lieto di annunciarvi che io, Edge, Adam e Larry abbiamo finalmente dato alla luce il nostro nuovo bebè… Songs of Innocence. C’è voluto un po’. Volevamo fosse “giusto” per voi/noi. L’abbiamo completato solamente la scorsa settimana e grazie a Apple e ad iTunes oggi è tra voi. Questa cosa mi sorprende perché di solito ci vuole qualche mese per poter pubblicare questo tipo di materiale. Fare in modo che la nostra musica raggiunga quanta più gente possible è sempre stato parte del DNA di questa band. Nelle prossime 24 ore, oltre mezzo miliardo di persone avranno a disposizione Songs of Innocence se gli andrà di ascoltarlo. E’ così emozionante. Gente che non ha mai ascoltato la nostra musica, che non ha nessun interesse per essa, potrebbe ascoltarci per la prima volta perchè siamo nella loro library. Appassionati di musica country, fan di hip hop dai quartieri est di Los Angeles, amanti dell’electro pop da Seoul, di musica Bhangra da New Delhi, di musica Highlifers da Accra… potrebbero essere invogliati anche solo per un momento a darci un’occhiata. Che entusiasmante scenario da secondo millennio! Oltre 500 milioni di persone…..fa un miliardo di orecchie! E per quelli che non hanno voglia di ascoltarci, mettiamola così: il sangue, il sudore e le lacrime di alcuni uomini irlandesi sono nella vostra cartella dello spam. Avrete notato che l’album è disponibile gratuitamente per gli iscritti a U2. com e, grazie a Apple, per tutti quanti su iTunes. In occasione del decimo anniversario del nostro spot per l’iPod, hanno voluto acquistarlo come dono per tutti i loro clienti. E’ gratuito ma hanno pagato per esso; perché se nessuno paga nulla, non ci sentiremmo sicuri che questa musica gratis sia davvero così gratis. La musica costa all’artista e questo ha grosse implicazioni, non per noi U2, ma per i musicisti del futuro e per la loro musica, per le canzoni che devono ancora essere scritte dai talenti del futuro, che hanno bisogno di potersi mantenere se le vogliono scrivere Stiamo collaborando con Apple su del buon materiale da sviluppare in un paio di anni, novità che trasformeranno il modo di ascoltare e di vedere la musica. Vi terremo aggiornati. Se Songs of Innocence vi piace, restate con noi per Songs of Experience. Dovrebbe essere pronto abbastanza presto… anche se so di averlo già detto in passato… Spero che dopo aver ascoltato il nostro nuovo disco un po’ di volte capirete perché ci è voluto così tanto per realizzarlo. Siamo davvero andati laggiù… è un album molto, molto personale. Ci scusiamo se risulta straziante; anzi, ritiro quello che ho detto: niente scuse se risulta straziante. Che senso avrebbe appartenere agli U2 se non si potessero toccare quelle corde? Non c’è fine all’AMORE..’

Bono

Grazie a Andrew1982 per la traduzione

U2 Songs of Innocence: tutte le informazioni sull’uscita nei negozi il 13 ottobre!

Songs Of Innocence 2

U2.Com ha pubblicato le varie tipologie di formati del nuovo album degli U2 che uscirà ‘fisicamente’ il prossimo 13 ottobre.

Al momento saranno disponibili tre diverse versioni del nuovo album degli U2:

Prima versione: CD+Booklet di 24 pagine
Questa sarà la versione classical con il disco e il booklet annesso.

Seconda versione: 2 Cd(Gatefold Edition)+Booklet di 24 pagine
Questa sarà invece la versione speciale in ‘Gatefold’ che conterrà due cd: il primo sarà la versione normale del disco, il secondo invece conterrà una sessione acustica di alcuni brani e saranno presenti anche 4 nuove tracce dal titolo: Lucifer’s Hands, The Crystal Ballroom, The Troubles (Alternative version) and Sleep Like a Baby Tonight (Alternative Perspective Mix by Tchad Blake).

Terza versione: Double Vinyl (White) in Gatefold edition
Classica versione in doppio vinile bianco in Gatefold sleeve che conterrà un remix esclusivo di “The Crystal Ballroom”.

La smentita: il nuovo singolo non sarà lanciato con l’iPhone 6 [news rimossa]

Questa mattina sul sito dell’Irish Indipendent è stata pubblicata una smentita in merito agli ultimi rumor (Vedi News) che vedevano il lancio del nuovo singolo degli U2 in occasione del lancio del nuovo iPhone 6 il prossimo 9 settembre.

Un portavoce della band ha smentito ogni tipologia di evento o collaborazione commerciale collegato sia all’iPhone che alla compagnia Apple.

‘Il nuovo album non sarà lanciato insieme al nuovo iPhone e non vi sarà nessuna performance degli U2 all’evento della Apple’, questo quanto dichiarato dal portavoce della band che ha però confermato che gli stessi membri non si trovano al momento a Dublino.

update 05/09: sul sito dell’Irish Indepentent è stata rimosso l’articolo… a questo punto questa news perde di valore ma non conferma la precedente

‘Summer Nights’: è questo il titolo del nuovo singolo degli U2? [rumor]

Summer Nights“, è questo quello che potrebbe essere il titolo del prossimo singolo degli U2.
Ieri vi avevamo raccontato la notizia secondo cui uno dei nuovi ponti di Dublino, il Samuel Beckett Bridge, sarebbe stato chiuso al traffico per 24 ore per permettere agli U2 di registrare un video.

Diverse notizie sono circolate nelle ore successive ma il mistero è rimasto tale: si è parlato addirittura di uno spot della Guinness e non di qualcosa legato agli U2.
In queste ultime ore però è comparsa un’immagine sul web che pare sia riferita al set di un video/cortometraggio girato da Mark Romanek, lo stesso regista di Invisible, proprio ieri a Dublino.

Il titolo che compare sulla lavagna del regista è “SUMMER NIGHTS“… a questo punto potrebbe rafforzarsi la tesi secondo cui il misterioso set allestito a Dublino, sia un set per il prossimo video / singolo della band…

Ecco l’immagine di cui vi abbiamo parlato, la massima segretezza attorno alla location è rimasta.

10636289_448744721932349_8203326404504453331_n

Gli U2 hanno finito di girare il video a Nizza

Come già anticipato in una precedente news, gli U2 in questi giorni sono stati agli Studi Riviera di Nizza per girare un video che, ad oggi, rimane avvolto nel mistero…

Nel frattempo il nostro placer Noodles (presente sul posto) ci ha appena inviato un messaggio comunicando che un membro della crew ha affermato che le riprese sono terminate ieri.

Proprio ieri sera, intorno alle 22:30, tre fans italiani, tra cui il nostro placer PaulCayard (che ringraziamo per le foto), hanno incontrato Bono. Il cantante degli U2, uscendo dagli studi, molto gentilmente si è fermato e, scusandosi per la fretta, si è fatto fotografare e ha scambiato qualche parola con i fans presenti senza però dire nulla su album e video…
Questo il racconto di PaulCayard: Si apre il cancello, auto nera con vetri offuscati. Frena bruscamente. Si apre la porta passeggero. Bono. Lì x lì pensavo fosse finto. Ci viene incontro sorridente, scusandosi perché non si può intrattenere (ce lo avevano già detto i due della crew). Dopo la foto ci da lui la mano ringraziandoci. Dopo che gli dico che la fan ha appena fatto gli anni le chiede il nome, la abbraccia e la alza di peso. Si scusa ancora e se ne va.

PaulCayard

PaulCayard

Ora attendiamo notizie ufficiali da parte della band…

Messaggio di Bono a Renzi

bono renzi

 

Bono ha mandato al Presidente del Consiglio italiano Matteo Renzi questo messaggio:

Primo ministro Renzi Mateo. Solo poche righe per congratularmi con te che stai rinsaldando la grande creatività degli Italiani e una visione del futuro che include “tutti”. Siamo orgogliosi di vedere che il nostro Paese preferito ha la leadership che merita.