Gli U2 al Fallon Tonight sulla NBC, foto e video della serata

E’ andata in onda da poche ore la trasmissione di Jimmy Fallon, “The Tonight Show with Jimmy Fallon” con la puntata interamente dedicata agli U2. LA band è stata intervistata da Fallon e si è esibita live in alcuni pezzi:

Beautiful Day
Angel Of Harlem
Song For Someone
California (There is no end to love) [non trasmessa dalla nbc]

Beautiful Day

Angel Of Harlem

Song For Someone

Vi proponiamo il video di una parte dell’intervista rilasciata dagli U2 al Fallon Tonight

Di seguito anche alcune foto durante l’esecuzione di Song for Someone e video della performance di Angel of Harlem durante l’apparizione alla NBC

fallon2

fallon3

fallon4

fallon5

Video Angel of Harlem

La band irlandese ha eseguito anche Beautiful Day.

Al seguente link il video della gag tra Bono e Fallon sull’incidente accorso al cantante irlandese

Fonte

Ancora nessuna conferma sui concerti degli U2 a Dublino a fine anno

© Andrew COWIE / AFP

E’ terminata da pochi minuti l’intervista di Bono trasmessa da TodayFm.
Questa intervista è stata condotta da Tony Fenton, amico personale della band, deceduto a marzo.
Questa intervista è stata registrata qualche mese fa durante la convascelenza di Bono a seguito dell’incidente in bici di novembre.
L’intervista ha toccato numerosi punti della storia della band irlandese, partendo dai progetti per il tour iNNOCENCE+eXPERIENCE, sopratutto le impressioni in confronto ai precendenti tour.
La volontà che traspare dal leader degli U2 è quella di far vivere l’esperienza più vicina possibile al fan, nessun barriera tra band e fan, per vivere a pieno l’esperienza con location molto particolari come il Madison Square Garden di New York.
Numerosi riferimenti al passato come i festival, la volontà di vedere da lontano ogni cosa (in particolare i festival belgi), oppure citare l’importanza di ‘Space Oddity’ di David Bowie, punto focale del 360 tour.
Passando poi per gli eccessi sfrenati dello ZooTv Tour fino al Popmart Tour ma adesso c’è la volontà della band di suonare in luoghi sempre più piccoli come i clubs ma più reali.
Ma sopratutto si è parlato della genesi della band in quella Dublino tanto lontana da adesso, fatta dalle vari ‘tribù’ di giovani come gli amici storici della band come Guggi e Gavin Friday.
Nessun riferimento esplicito sulle date di Dublino, in particolare su location e tipologia di show proposto.

A breve pubblicheremo il file completo dell’intervista

Stay Tuned!

New York: Gli U2 fuori dal Rockfeller Center insieme a Fallon per il ‘Tonight Show’ [Foto e Video]

Poche ore fa gli U2 sono stati immortalati al di fuori del Rockfeller Center di New York insieme a Jimmy Fallon.
Sembra che Bono e soci stiano lavorando ad uno sketch insieme al presentatore americano in vista della partecipazione della band irlandese al ‘The Tonight Show’ venerdì 8 maggio (Vedi News).
Simpatico siparietto tra Bono e Fallon, ripresi in foto e video con una bici, ironia dell’incidente accaduto a Bono il novembre scorso che ha fatto posticipare la presenza della band al programma della NBC.

Ecco il video e le foto di ieri al Rockfeller Center di New York:

https://instagram.com/p/2PCjn5oG6b/

11212760_10154053018133475_4344138850743798411_n

11210423_10154053018153475_8624381362163047157_n

11209615_10154053018103475_2814819303276264149_n

11209447_10154053018223475_4932574705181750910_n

11188420_10154053018088475_2616850687615986936_n

11110256_921242644601605_1860163603571974219_n

“Another Time, Another Place”: in arrivo il regalo per gli abbonati a U2.com

another-time-another-place-u2-u2place

I nuovi abbonati a U2.com riceveranno a breve il regalo previsto per quest’anno: il doppio vinile del concerto al London’s Marquee Club del 1980 intitolato “Another Time, Another Place“.
Per l’occasione, sul lato B del secondo vinile, Bono ha inciso un messaggio per i fan ricordando quel momento e com’erano gli U2 nel 1980, ecco un estratto del discorso di Bono: “Il primo lunedì il locale era mezzo pieno, il secondo lunedì era quasi al completo e il terzo lunedì molte persone non sono riuscite ad entrare. Il quarto lunedì invece c’erano le code attorno all’isolato su Wardour Street. Fu come un’< >.

Ecco la tracklist del bootleg ufficiale:

The Ocean
11 O’Clock Tick Tock
I Will Follow
An Cat Dubh – Into The Heart
A Day Without Me
The Electric Co.
Things To Make and Do
Stories For Boys
Boy Girl
Out of Control
Another Time, Another Place: U2 At The Marquee Club, September 1980 by Bono

La spedizione del regalo avverrà nei prossimi giorni e piano piano gli abbonati riceveranno l’email con i dati per seguire il proprio pacco!

Nel frattempo, su U2.com, è disponibile sempre per gli abbonati la versione di “Every Breaking Wave (Radio Mix)”.

Bono: gli U2 suoneranno tre concerti a Dublino il prossimo Natale!

u2_large (1)

Gli U2 si esibiranno in tre concerti a Dublino il prossimo Natale. Questo è quanto è emerso dall’intervista che verrà trasmessa lunedì alla radio TODAY FM. L’intervista, condotta da Tony Fenton, è stata registrata a gennaio ma andrà in onda soltanto il prossimo 4 maggio sulla radio irlandese Today Fm alle 3 del pomeriggio ore locali (le 16.00 in Italia). Le date precise verranno rese note poco dopo.
Come già raccontati in diversi rumors nelle settimane scorse gli U2 si esibiranno probabilmente alla 3Arena che oggi si trova proprio dove nel 1989 vennero suonati gli storici concerti del “Point Depot” proprio tra Natale e Capodanno.

Fonte: http://www.breakingnews.ie/ireland/u2-to-play-three-live-dublin-shows-this-christmas-675239.html

New York Times: ‘Gli U2 sono pronti a volare’! [spoiler]

03U2JP1-articleLarge-v2

Stamane è stato pubblicato dal New York Times un nuovo articolo sugli U2 in vista della prima data del iNNOCENCE+eXPERIENCE Tour 2015.
L’articolo è stato redatto nelle ultime settimane durante le prove in corso di svolgimento a Vancouver al Pacific Coliseum.
‘Il palco era una geometria di tubi fluorescenti e la canzone era un trionfo’ la definizione proposta da Bono sul palco durante le prove di ‘Elevation’, definendosi con un ‘non male’ nella performance live.

L’articolo si evolve sulla continua discussione in merito le modalità di uscita di ‘Songs of Innocence’, 13simo album della band ed ultimo da ‘No Line on The Horizon’ del 2009,’l’idea era quella di raggiungere il maggior numero di audience possibile’ ha detto così Bono, ‘volevamo andare fuori e vedere se erano lì’, e sarcastimante afferma ‘ non erano lì’, in riferimento all’enorme polemica sulle modalità di uscita in particolare con la Apple.

Successivamente si parla del tour, definito come un approccio innovativo con video ad alta risoluzione e un radicale passo in avanti sul sounds delle arene, ma sopratutto si mira alla tecnologia con l’unica scopo di rendere la location intima. Un tour che ha già venduto il 98% dei biglietti e fatto segnare il sold out in 6 delle 8 date di New York che cominceranno il prossimo 18 luglio.

‘Songs of Innocence
‘ viene definito con una doppia faccia quasi contradittoria, un impatto di canzoni pieno di individualità, con dettagli e memorie frutto dell’esperienza dell’ultimo lavoro discografico, che non hanno avuto singoli di livello come quelli del passato come ‘Where the Streets Have no Name’ o ‘Pride’ ma sono figli anche del U2 360 Tour che è durato dal 2009 al 2011.
Il lavoro della band irlandese su ‘Songs of Innocence’ è partito da una base prettamente acustica rispetto alla sperimentazione proposta in ‘No Line on The Horizon’, un senso di disciplina invece è stata proposta sopratutto sui testi dell’album con una visione più giovanile e non guardandosi indietro, ‘volevamo cercare di pensare di far canzoni contemporanee ma in realtà noi veniamo da un altro tempo’ ha detto Adam Clayton, ‘scriviamo dalla prospettiva di un viaggio lungo 35 anni insieme’.

U2Main-master675

Durante le prove Bono e soci continuano a parlare sulla gestazione del tour che è partita nel lontano 2013 e anche dell’incidente dello scorso novembre, la band irlandese si mostra impegnata sul palco del Coliseum dove la produzione prova a dare il massimo con ogni tipologia di effetto visivo, video e colori, ma con una base fondamentale, ‘ comandano le canzoni, loro ci dicono sempre cosa fare e noi ci chiedamo così possiamo costruirci attorno’, sintesi perfetta proposta da The Edge durante un meeting serale.

Tutto questo conferma l’intenzione della band più volte ostentata di pianificare uno show del tutto diverso, una prima parte del tutto separata dalla seconda parte dello show, su un palco che è stato così descritto: tre diverse piattaforme dove i membri della band girano, di cui uno stage rettangolare ( definito come una ‘I’ per Innocence) e uno stage più piccolo (definito invece ‘e’ come Experience) e nel mezzo uno stage intermedio come una passerella racchiusa tra due schermi video-led, una sorta di sandwiched, così è stato definito da Es Devlin, producer designer dello stage che in passato ha lavorato con Lady Gaga e Kanye West.

03U2JP2-articleLarge-v2

Uno show con un sound che abbraccerà tutta l’arena come un unico ovale attorniato da 12 diffusori musicali, ‘una qualità sonora fuori dal normale’ così definita da The Edge.
Una divisione dello stage che si ripercuoterà nella modalità di show proposta, come una narrazione quasi intima come canzoni come ‘Cerwood Road’ o ‘Iris’ che rappresentano luoghi e persone della vita di Bono, ‘dopo il 360 Tour pieno di luci volevamo uno show con una singola lampadina, un unica proiezione di luce’ quanto detto dal rocker irlandese durante le prove di ‘Cerwood Road’ all’inizio del concerto. Mentre vi è un punto di rottura dello show, un viatico rappresentato da una canzone Raised by Wolves’ definita come la fine dell’innocenza’ (The end of Innocence), così definita da Bono che racconta i tragici eventi di Dublino del 17 maggio 1974 dove perirono 33 persone.

Questo rappresenta un processivo costruttivo che ha impegnato ogni tipologia di settore, audio, video, il tutto è stato filmato dalla HBO e da cui nascerà un film-documentario, la base d’inizio del prossimo lavoro della band già annunciato ‘Songs of Experience’ che rappresenta un filo rosso che unisce l’intero progetto musicale della band irlandese che verrà svelato al mondo il prossimo 14 maggio.

03U2JP5-articleLarge-v2

Insieme all’articolo sono usciti alcuni shot fotografici della band durante le prove al Pacific Coliseum di Vancouver sopra riportati.

Update News 2/5/2015 ore 13:

Pubblichiamo dei nuovi scatti pubblicati dal New York Times:

20150503UTWO-slide-BO4P-articleLarge11174968_920402664685603_1732445406582612973_n 03U2-master675 03U2JP4-articleLarge

Lunedì 4 maggio andrà in onda un intervista di Bono alla radio irlandese TodayFM!

tony-fenton-bono-390x285

Lunedì 4 maggio andrà in onda un intervista di Bono alla TodayFM radio.
L’intervista è stata fatta mesi fa durante la convalescenza del leader degli U2 dopo l’incidente di New York, ma in particolare tale intervista è stata fatta da Tony Fenton, amico personale della band scomparso il mese scorso (Vedi News).
Non si conoscono le tematiche dell’intervista ma si parlerà anche del prossimo tour della band irlandese.
L’intervista andrà in onda lunedì 4 maggio alle ore 3 pm (ore 16 italiane) e potrete seguirla in streaming attraverso il sito della radio TodayFM

Link diretto alla diretta live: TodayFm Live!

In vendita il libro Sons + Fathers, con il contributo di Bono!

Come anticipato in questa news, è stato pubblicato Sons + Fathers, che celebra il rapporto unico tra padri e figli ed è ispirato ai disegni fatti da Bono per suo padre quando stava per morire.

Al libro che servirà a raccogliere fondi per la Irish Hospice Foundation, oltre agli U2 hanno contribuito nomi noti come Bill Clinton, Paul McCartney e Bob Geldof ed disponibile sul sito della Irish Hospice Foundation.

Adam Clayton svela un ricordo legato al suo primo basso che suo padre Brian gli acquistò usato a New York, da Manny’s sulla 48th St., durante un viaggio di lavoro perchè costava molto meno che in Irlanda.
“Gli ho dato i soldi e le parole magiche Fender Precision Bass”, ricorda Adam, “Quando è arrivato mi sentivo come un Rolling Stone.”

Salesforce sarà lo sponsor del prossimo Tour degli U2!

SFDC_logo

Il prossimo tour degli U2, Innocence and Experience Tour, avrà per i prossimi due anni il gruppo Salesforce Inc. come sponsor principale. A darne la notizia è stato il vicepresidente Lynn Vojvodich.
La partnership che gli U2 e Salesforce hanno messo in atto servirà a promuovere non soltanto il tour e tutta la macchina organizzativa che ruota attorno alla band, ma anche a produrre una nuova app per smartphone con cui i fan potranno interagire prima, dopo e durante gli show.
Sempre Salesforce, durante la partnership in questi due anni, contribuirà anche a promuovere il prossimo lancio di Songs Of Experience, sempre secondo le parole di Vojvodich.
L’accordo è stato siglato il 23 marzo scorso tra Live Nation e SalesForce per “potenziare” il prossimo tour degli U2 anche a fronte di una vendita dei ticket che non è andata così rapidamente come Live Nation immaginava.
Salesforce Inc. è una società informatica con sede a San Francisco, in California. Fondata nel 1999 oggi è la più grande compagnia di cloud computing con una capitalizzazione a Wall Street di circa 40 miliardi di dollari, quotata al New York Stock Exchange e parte dell’indice S&P 500.
L’accordo è il risultato di uno scambio di email e telefonate tra Bono e il fondatore di Salesforce Marc Benioff oltre che numerosi incontri preliminari con Live Nation.
I fan degli U2 dovranno quindi abituarsi a vedere il logo di Salesfoce Inc. per i prossimi due anni, dove la società americana raccoglierà dati e statistiche per rendere l’esperienza dei fan ancora più coinvolgente e spostarla, secondo Vojvodich, verso un nuovo livello di intrattenimento mai visto.

ie-tourlogo

U2: l’ultima parola su iTunes

Il magazine Rolling Stone ha pubblicato un’intervista a Bono e The Edge, per dare l’ultima parola sul rilascio di Songs of Innocence su iTunes, non prima di dire qualcosa sul prossimo tour: “Sarà una battaglia essere in forma per il 14 maggio.” dice Bono riferendosi alla data di apertura del prossimo tour a Vancouver, e sulle sue attuali condizioni di salute: “Il mio mancino è un po’ complicato, ma il mio gancio destro è sicuramente pronto.” mentre sui prossimi concerti invece promette che “Abbiamo pianificato qualcosa di incredibile, e sono pronto a lottare per questo.”

Un sondaggio della società Kantar ha rilevato che il 23% degli utenti di musica su dispositivi iOS Apple ha ascoltato almeno una canzone degli U2 nel gennaio 2015 e il 95% almeno una canzone da Songs of Innocence. Sulla metodologia del sondaggio Bono dice: “Non ho la più pallida idea! Credo che sia possibile che avrebbero potuto scegliere a caso migliaia di individui con un gusto impeccabile, che non sono eccessivamente influenzati dalla frenesia che trasforma la blogosfera se c’è una goccia di sangue nell’acqua.”

Riguardo le polemiche seguite alla distribuzione di Songs of Innocence su iTunes, The Edge dice: “Molte persone, me compreso, non leggono le istruzioni. Quando si seleziona download automatico su iOS, tu stai sottoscrivendo che accetti l’invio di contenuti gratuiti. Non è scritto in piccolo e c’è una casella da spuntare. Capisco come e perché la gente si è infastidita, ma con tutto quello che sta succedendo nel mondo… dai. La Apple e gli U2 erano sinceri su tutta questa faccenda. Alla Apple sono stati generosi e noi stavamo cercando di fare qualcosa di diverso. Ci sono sempre delle difficoltà iniziali quando sei in un nuovo territorio. La gente pensava che visto che stavamo dando l’album gratis, improvvisamente tutta la musica sarebbe diventata gratis, ma è vero il contrario. Noi crediamo vivamente che tutti gli artisti dovrebbero essere pagati per il loro lavoro. Ma noi, come ogni musicista, dobbiamo cercare altri modi per essere pagati ed eravamo nella posizione di usare questa possibilità.”

Su questa era digitale, sul valore che le persone danno ora alla musica, il modo in cui la ascoltano e come potranno influenzare il modo in cui si rilascia nuova musica in futuro, The Edge dice che “Siamo all’alba di questo. Quello che è facile dimenticare quando vivi in tempi moderni è che sono moderni per circa altri trenta secondi. Tra pochi anni guarderemo indietro a questi tempi come ora guardiamo indietro a videoregistratori e telefoni a disco. Quando è arrivata la radio, tutti pensavano che era la fine degli spartiti. Penso che la musica si è svalutata nel mondo commerciale, ma non per gli amanti della musica e per le persone che fanno, Apple e gli U2 lottano molto affinchè gli artisti siano pagati. In futuro la tecnologia deve servire la musica, non esserne schiava. Possiamo sfruttare i vantaggi della tecnologia e lo facciamo.”

Sempre riguardo la resistenza di Songs of Innocence su iTunes nonostante le polemiche, Bono aggiunge: “Sembra noioso, ma la nostra cura al momento è scrivere canzoni, cercando di portare gli U2 al prossimo livello. So che l’arte può essere una cosa pericolosa, ma noi facciamo affidamento alla magia presente nella stanza quando suoniamo insieme. Una parte speciale di chitarra, un pensiero forte o uno stato d’animo. Ma quando diventi più vecchio ottieni anche di più da te stesso, cercando melodie eterne, alla ricerca di una coerenza con il testo. C’è una domanda che ti assilla nella testa, che richiede una risposta che tu devi trovare in una canzone. Perché qualcun altro ti dovrebbe ascoltare? Leonard Cohen la chiama “la torre di canzone”. Queste canzoni hanno preso un po’ di tempo, ma so che possono resistere, ed io sono ancora aggrappato ad alcune di loro.

fonte: rollingstone.com